KIMBERLY ELISE È UNA MAMMA DOTATA DI DUE

L'attrice Kimberly recita nel film TNT Mani dotate , andato in onda il 7 febbraio. L'attrice si è presa del tempo fuori dalla sua fitta agenda per sedersi con lei balbettio per parlare del suo ruolo cinematografico e di essere una madre single per le figlie Ajableu, 18 anni, e Butterfly. I lettori avranno anche un'idea di come Kimberly abbia inventato nomi così unici per le sue ragazze.

Sull'essere una mamma single nel film Gifted Hands e nella vita reale :

j cole ha un bambino

Potrei assolutamente riguardare. Sono stata sposata per molti anni e poi sono diventata una madre single, e questo è sicuramente un ruolo impegnativo nella vita. È potente. Ti avvicini alla vita in un modo diverso: potevo capire il suo senso di maggiore responsabilità. Quando sei un genitore single, tutto è sulle tue spalle in ogni modo possibile. La mia situazione è molto diversa dalla sua in quanto non sto combattendo contro la depressione e la malattia mentale, e vivo a Los Angeles con le mie figlie e abbiamo un paio di ottimi amici di famiglia che mi aiutano quando ne ho bisogno. Non lotto così tanto. Ma capisco cosa vuol dire essere da soli.





Su ciò che è importante per lei come genitore single :

Mi assicuro che le mie figlie sappiano che non hanno limiti, che tutto di chi sono è una risorsa. Essere neri è una risorsa. Essere una donna è una risorsa. Voglio anche che sappiano che non dovrebbero mai permettere a nessuno di dire loro qualcosa su di loro è una responsabilità. E penso che sia importante lasciarli esplorare il mondo e indagare su ciò che parla loro, non indirizzarli in una direzione specifica. Ma voglio anche dare loro visibilità in modo che possano trovare le cose e non sentirsi limitati.



Nel nominare le sue figlie Ajableu e Butterfly:

Ajableu ha diciotto anni, al college a Parigi. Lei è la mia farfalla che vola. E Butterfly ha dieci anni. Ho inventato il nome Ajableu perché amavo il nome Aja, e Ajableu suonava semplicemente ritmicamente giusto. Butterfly, si chiamò. Aveva un nome diverso quando è nata, ma non le andava bene. Così quando aveva due anni si è ribattezzata. Sul serio. Da allora è Butterfly.
In realtà, è morto un anno e mezzo fa. Ma dovrei riconoscere il mio ragazzo. È stato davvero fantastico collaborare con me.

Sulla sua carriera e sull'essere mamma:



grotte di cristallo in messico

Ho sempre un po' di ansia quando arriva un nuovo progetto: mi preoccupo per l'assistenza all'infanzia, soggiorni prolungati, tutto questo. Anche se funziona sempre, e poiché funziona sempre, la mia ansia sta diminuendo. Ma quando inizio un nuovo progetto deve adattarsi a Butterfly e alla sua vita: sta arrivando a un'età in cui è coinvolta nel pattinaggio sul ghiaccio, nella ginnastica, nelle feste di compleanno. Le piace essere qui, dov'è il suo mondo. Ma a volte lavoro con produttori come Gifted Hands che sono incredibilmente accomodanti

Visualizzazioni post: 546
Categoria
Raccomandato
Messaggi Popolari